Pasqua a Lalitpur, mattina.

Fatto colazione con Father Jijo e mangiato cioccolatino di rito. Parlato del futuro. Come sempre AGOM progetta senza sosta e cancella o congeda progetti irrealizzabili, pensa al futuro e ai prossimi viaggi di volontariato.

Tra una mezzora iniziamo il lavoro  all’Health Post,   il Dott. Kesab e parte dello staff hanno rinunciato al giorno di ferie per tenere aperto il centro medico e consentire alle persone di ricevere i trattamenti di agopuntura.

Le persone arrivano, ci salutano, ci conosciamo, sanno che ogni tanto arriviamo e la lista d’attesa di giorno in giorno si allunga.

Father Jijo sostiene che dovremmo vedere un po’ questa bella terra e andare un paio di giorni ai piedi dell’Himalaya, a Pokhara e poi ancor più su. L’idea è bella davvero ma siamo combattuti, il lavoro alla tenda ci piace davvero, abbiamo pochi giorni, si vedrà, lui insiste, noi meditiamo.

Intanto mettiamo gli aghi, nel fresco del mattino, i quattro lettini son sempre occupati, noi siamo felici, Buona Pasqua.