REGOLAMENTAZIONE

AGOM, Agopuntura nel Mondo, realizza i propri fini istituzionali mettendo in contatto medici agopuntori volontari con strutture che necessitano di aiuto medico fornendo informazioni e facilitazioni a riguardo. L’associazione si prefigge quindi di facilitare i medici agopuntori che vogliano fare volontariato medico con agopuntura con strutture anche estere che necessitano di aiuto. AGOM informa dunque la struttura in oggetto dell’arrivo del medico e fornisce al medico informazioni sulla struttura stessa.

Ogni spesa del viaggio, voli e trasporti, vitto e alloggio, materiale medico inclusi gli aghi, è a carico del medico volontario. Solo in caso di donazioni ricevute AGOM potrà aiutare in parte economicamente il medico, ma questa non è in alcun modo una certezza, lo si valuta di volta in volta. Anche gli aghi vengono a volte forniti ad AGOM da donatori e sostenitori, come ad esempio GMT 2000, ma anche questa non è una garanzia. Di massima quindi il medico dovrà provvedere ad ogni spesa inerente il suo viaggio.

PER POTER PARTECIPARE AI VIAGGI DI LAVORO O AGLI AMBULATORI AGOM RICHIEDE

  • Esperienza clinica in agopuntura almeno triennale e conseguente all’ottenimento del diploma di formazione in agopuntura.
  • Colloquio conoscitivo approfondito e fondato sui temi dell’agopuntura e della clinica medica sia sotto il profilo della Medicina Tradizionale Cinese che della Medicina Occidentale.
  • Capacità di relazionarsi in inglese e/o spagnolo.
  • Capacità di adattamento
  • Associarsi ad AGOM

AGOM NON RISPONDE

  • Di imprevisti che possono avvenire in loco, anche qualora le variazioni dovessero essere tali da impedire al medico agopuntore di praticare volontariato, quale che sia il motivo.
  • AGOM basandosi sulla propria esperienza consiglia strutture dove potere dormire e mangiare ma non è responsabile in alcun modo di problemi che possano insorgere nelle strutture stesse. A titolo di esempio AGOM non risponde se l’albergo non ha mantenuto fede alla prenotazione o se ci sono problemi di igiene sia nell’albergo che nei ristoranti da cui derivino anche parassitosi o malattie.
  • AGOM non risponde in nessun modo per malattie, infortuni, incidenti, perdite, che colpiscano il medico volontario durante il viaggio.

AGOM SOTTOLINEA

Il medico volontario è responsabile di se stesso e dei suoi atti personali e professionali, AGOM lo aiuterà e lo faciliterà prima e durante il viaggio come le sarà possible, ma AGOM non si assume nessuna responsanilità nè circa l’esito del viaggio nè circa la salute e l’incolumità del medico stesso, nè circa eventuali problematiche e complicazioni, sequele istutuzionali e legali, richieste di indennizzo, derivanti dal suo operato.